Rubrica del lunedì, Trekking

Il nostro lavoro

Che cosa avete fatto voi oggi?
Colazione, vestiti, macchina e via al lavoro? Anche noi.

Fin qui nulla di speciale.
Se non fosse che con “lavoro” noi intendiamo qualcosa di veramente speciale.
Dopo un intero pomeriggio passato a consultare guide e mappe della zona, oggi, ci siamo sentiti pronti ad intraprendere quest’avventura. 
Avventura, sì. Perché è questo lo spirito con cui ci approcciamo ad ogni nuovo percorso e che tiene vivo l’interesse e la passione per questo incredibile mestiere. Avventura perché, per quanto uno possa essere preparato sulla carta, non saprà mai fino in fondo a cosa andrà incontro muovendosi sul territorio. Alzarsi all’alba, indossare gli scarponi, riporre tutto il necessario nello zaino non impedirà a qualche imprevisto di sorprenderti.
Abbiamo trovato la neve.
Chiaramente avevamo preso in considerazione quest’eventualità; ciò a cui non eravamo preparati era la bellezza a cui saremmo andati incontro.
Alle nove e mezza del mattino ci siamo trovati sul monte più alto della zona in un bosco di castagni e faggi irradiato da un inaspettato, tiepido sole.
E neve, tantissima neve.
Quante persone possono vantare un lunedì mattina tanto entusiasmante?
Il percorso ha continuato a sorprenderci kilometro dopo kilometro (18, per la precisione) e talvolta siamo finiti anche fuori strada, ma ogni deviazione è valsa il tempo impegato. Perché essere una guida significa anche questo: sperimentare, rischiare di perdersi più e più volte e tuttavia non arrendersi, tornare sui propri passi per ritrovare la via e ricominciare da capo fino a quando il percorso intrapreso non coincide con il tracciato della mappa.

Ecco quello che noi facciamo ogni giorno per rendere più piacevoli, sicuri e divertenti i numerosi trekking che proponiamo.

E da oggi ne abbiamo uno in più, solo per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *