Attività per le scuole

Tuscia

BOLSENA E BAGNOREGIO
Visita del Centro Storico e alla Rocca Medievale, risalente al 1156, che attualmente ospita il Museo Territoriale del Lago di Bolsena. Il Palazzo Cozza Crispo (ora del Drago), uno dei palazzi cinquecenteschi meglio conservati del Lazio. La “Cappella del Miracolo” una costruzione in stile barocco, ultimata nel XIX secolo. Il miracolo si riferisce all’ostia che nel lontano 1263 fece sgorgare, secondo le cronache del tempo, una notevole quantità di sangue. Le prove del miracolo furono portate a Orvieto e consegnate al papa Urbano VI, che dopo aver preso visione delle tracce del miracolo, istituì la festa del Corpus Domini. Nel primo pomeriggio trasferimento a Civita di Bagnoregio e ripresa della visita. Civita di Bagnoregio, denominata la città che muore. L’antica cittadina di “Bagnorea” conobbe il suo periodo di massimo splendore verso il 1200 dc. Tra il quindicesimo e il sedicesimo secolo due violenti terremoti, in aggiunta ad un’erosione sempre più insistente, convincono gli abitanti ad abbandonare la città per trasferirsi in un nuovo insediamento vicino, che oggi porta il nome di Bagnoregio. Lo scenario che ci appare oggi è quasi surreale visiteremo la civita appollaiata su una rupe di tufo che frana, dove sembra che il tempo si sia fermato. Con condizioni meteorologiche favorevoli sarà possibile visitare l’inizio della valle dei calanchi.

IL PARCO DEI MOSTRI E LA “PIRAMIDE ETRUSCA” DI BOMARZO
Il Parco dei mostri di Bomarzo è un luogo di contemplazione rinascimentale costruito da Vicino Orsini. Le mostruose statue del Parco ci condurranno in un itinerario fatto di meraviglia e stupore alla scoperta dei miti che si nascondono dietro queste figure misteriose.
Nel pomeriggio il percorso procederà con una escursione di circa 3 Km per raggiungere la cosiddetta “Piramide di Bomarzo” un antico blocco di roccia tufacea staccatosi dalla parete rocciosa e precipitato nella profonda valle del Vezza. Un monumento scolpito da madre natura in primis e rifinito dalle mani degli Etruschi.

CAPRAROLA – PALAZZO FARNESE E IL LAGO DI VICO
Visita all’imponente Palazzo Farnese, considerata la più grande opera del tardo Rinascimento Italiano mai realizzata, a cui lavorarono i più insigni maestri italiani della metà del ‘500. Visita al Meraviglioso Parco con Giardini all’Italiana, Fontane e giochi d’acqua. Proseguimento per l’incontaminata e suggestiva Riserva Naturale del Lago di Vico. Passeggiata lungo i sentieri della riserva e osservazione guidata della flora e della fauna.

TUSCANIA E LE CHIESE ROMANICHE
La passeggiata a Tuscania ci immergerà in un viaggio che ci porterà dagli Etruschi al medioevo. Il museo archeologico di Tuscania racchiude i corredi e i caratteristici sarcofagi in pietra provenienti dalle tombe delle antiche aristocrazie terriere dell’Etruria meridionale interna, raccontando attraverso di loro il delicato passaggio alla fase del controllo romano sule territorio. Ma la città offre anche la possibilità di ammirare di Santa maria Maggiore e di san Pietro, che conservano intatte senza alcuna alterazione le caratteristiche dello stile Romanico dell’Italia centrale, esempi unici per importanza e bellezza di architettura medievale.

VITERBO MEDIEVALE – VITERBO NATURALISTICA
Viterbo, la “città dei Papi” e delle terme. Interessante è la visita al quartiere medievale di San Pellegrino, bellissimo esempio di contrada duecentesca. Nel pomeriggio molto interessante, è la visita guidata all’Orto Botanico di Viterbo, attraverso la quale è possibile conoscere le molteplici varietà della collezione con possibilità di effettuare dei laboratori interattivi a di carattere naturalistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *