Trekking

Parco di Vulci

Distanza: 6 Km
Tempo di percorrenza: 3 ore (percorso ad anello)
quota massima: 71 m
dislivello: trascurabile
difficoltà: medio facile
segnaletica: indicazione dei percorsi e dei siti archeologici
punto di partenza: Vulci, Castello dell’Abbadia (VT)

All’interno dell’area archeologica di Vulci si sono succeduti ritrovamenti che hanno reso famosa la città al pari degli scavi di Pompei ed Ercolano. Vulci cominciò a formarsi intorno al IX sec. a. C. su un pianoro vicino al mar Tirreno sulle rive del fiume Fiora. Dall’analisi del letto del Fiora traiamo indicazioni sull’origine geologica dell’area caratterizzata dalle rocce vulcaniche provenienti dal complesso dei monti Vulsini che si sono sistemate su quelle calcaree ricordo degli oceani che ricoprivano la nostra penisola. I resti che possiamo ammirare nel parco ci portano a credere che la città sia stata definitivamente abbandonata nel corso dell’Alto medioevo.
La vegetazione del Fiora, grazie alla purezza delle sue acque danno la possibilità a pesci e piante di trovare un habitat favorevole per il proprio sviluppo così come avveniva in tempi ormai passati

NOTE: l’accesso all’area archeologica è a pagamento il Castello dell’Abbadia (71 m) è facilmente raggiungibile dalla SS n. 1 via Aurelia e dalle località di Montalto di Castro (VT 14 Km), Canino (VT, 11 Km) e Manciano (GR, 21 Km)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *