Attività per le scuole

Maremma Toscana

FENIGLIA E GIARDINO DEI TAROCCHI
In mattinata, visita alla Riserva Duna Feniglia, istituita nel 1971. La Riserva, oltre ad ospitare specie stanziali, è un importante luogo di svernamento e sosta di un gran numero di uccelli.
Nel pomeriggio trasferimento in località Garavicchio-Capalbio con visita guidata al Giardino dei Tarocchi, un parco artistico popolato da enormi statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi, ricoperte di mosaici di vetro, specchi e ceramiche realizzate a mano.

ISOLA DEL GIGLIO
Il paese medievale, chiamato Castello, è arroccato in posizione panoramica a 400 m di altezza: visiteremo la Rocca Pisana dell’XI secolo e la Chiesa di San Pietro. Dopo pranzo discesa al Campese lungo una mulattiera che attraversa alti boschi mediterranei. Lungo i sentieri osserveremo le piante e gli animali tipici dell’isola. Arrivo a Campese e tempo libero in spiaggia. Trasferimento a Giglio Porto con bus o con taxi collettivi. Trasferimento a Porto Santo Stefano.

LA CITTÀ ETRUSCO-ROMANA DI ROSELLE
L’area archeologica di Roselle, antica città etrusco-romana è contraddistinta da un’imponente cinta muraria etrusca, il foro con gli edifici principali, varie domus e lo spettacolare anfiteatro.

PITIGLIANO – SOVANA
Pitigliano, importante città dell’entroterra maremmano ha avuto origini antichissime, addirittura villanoviane, prima ancora che etrusche. Florida cittadina etrusca e poi romana, conobbe un nuovo periodo di splendore nel periodo medioevale sotto la casata Aldobrandeschi prima e Orsini poi. Fu anche sede dell’importantissimo insediamento ebraico, tanto da meritare l’appellativo di Piccola Gerusalemme.
Sovana la cui origine etrusca è testimoniata dalla tomba monumentale dell’Ildebranda con livelli architettonici di particolare pregio, rappresenta il luogo ideale per conoscere la storia dei longobardi e del medioevo grazie alla Cattedrale di S. Pietro e Paolo e alla storia di papa Gregorio VII nato proprio a Sovana.
Particolare attenzione sarà data alle VIE CAVE, scrigno di biodiversità, che in questo territorio rappresentano un luogo di incontro tra il sacro e il profano legato ai culti cristiani e pagani che si sono succeduti in questi luoghi.

PARCO NATURALE DELLA MAREMMA
Il Parco della Maremma affacciato sul mar Tirreno e sul Parco dell’Arcipelago Toscano, si estende per 25 km con una catena di colline che discendono verso il mare, spiagge sabbiose e alte scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli. Tra i profumi intensi di erbe aromatiche, bacche colorate e richiami degli animali, il Parco accoglie il visitatore mostrando il suo lato dolce e allo stesso tempo, selvaggio.
Un contrasto di elementi che risveglia e libera il piacere di sentirsi in un paradiso ritrovato. Un’occasione per “rimettere le lancette dell’orologio”, accordandole con i tempi dell’anima.

TREKKING DELLE FORTEZZE SPAGNOLE DI PORTO ERCOLE
I forti spagnoli di porto Ercole, la Rocca e Forte Filippo, rappresentano dei luoghi dove è ancora viva la storia della dominazione spagnola. Durante il trekking che ci porterà attraverso il borgo da uno all’altro forte, scopriremo le meravigliose fioriture della macchia mediterranea e panorami spettacolari sulla laguna di Orbetello e sulle Isole dell’Arcipelago.
Grazie ad una guida modulata sull’età dei ragazzi, la scoperta del Monte Argentario sarà come fare un salto indietro nel tempo che ci farà rivivere l’evoluzione sinergica tra natura e uomo che ha portato all’attuale conformazione di quello che oggi è un monte ma che anticamente era un’isola del mar Tirreno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *