Attività per le scuole

Colline Metallifere

CALA VIOLINA
L’area delle Cale è collocata interamente all’interno delle Bandite di Scarlino; considerato uno dei tratti di costa più incontaminati ed affascinanti dell’intera Toscana, comprende al suo interno Cala Martina, Cala Civette e la rinomata Cala Violina. Nonostante ci si trovi, in linea d’aria, a poco più di due chilometri dal mare, il percorso è totalmente immerso nella macchia mediterranea e alterna tratti boschivi a suggestivi scorci sulla campagna maremmana fino a giungere all’imbocco dell’ultimo tratto che si affaccia sul mare, regalando allo spettatore un’immagine incantevole e unica nel suo genere.

 

MASSA MARITTIMA E LAGO DELL’ACCESA
Massa Marittima, città-simbolo del territorio delle Colline Metallifere, custodisce al suo interno una storia gloriosa ed affascinante che affonda le proprie radici nel duro lavoro minerario. L’affermazione come sede vescovile e, in seguito, la proclamazione a libero Comune regaleranno alla città un prestigio senza eguali offuscato solamente dall’occupazione di Siena nel XIV secolo.
La grandezza e l’importanza storico/culturale della città sono testimoniate, tra le altre cose, dalla sorprendente quantità di opere d’arte conservate nella Cattedrale di San Cerbone e all’interno dell’interessante Museo di Arte Sacra che meritano indubbiamente almeno una visita.
Il Lago dell’Accesa, situato a circa 7 km dalla città, rappresenta una singolare visita sia dal punto di vista storico che ambientale in quanto sede del primo insediamento etrusco del futuro agglomerato urbano di Massa Marittima, curiosa testimonianza dell’attività mineraria in epoca etrusca e, al contempo, unico lago naturale di una certa consistenza della Maremma toscana con le sue numerose quantità di animali e piante.

 

PARCO DI MONTIONI + MUSEO “MAGMA” DI FOLLONICA
Il percorso ad anello ingloba, in un tratto di percorrenza piuttosto breve (circa 2km), una vasta quantità di attrattive. Lasciato il parcheggio del piccolo agglomerato urbano di Montioni ci si avvia verso una colonna eretta in onore della sovrana Elisa Bonaparte Baciocchi, cugina di Napoleone, intorno ai primi dell’800, si prosegue verso un suggestivo punto di avvistamento della fauna locale per giungere poi alle cave di allume, attive sin dalla seconda metà del XV secolo; il tracciato si conclude con la visione degli esterni del “Bagno della Regina”, le antiche terme sulfuree ispirate alla già citata Elisa Bonaparte.
Il pomeriggio è dedicato alla visita del museo “Magma” di Follonica che sposta l’attenzione sulla lavorazione della ghisa e dei suoi impieghi nelle produzioni industriali e commerciali, il tutto è proposto in maniera veramente efficace grazie all’accattivante interattività delle numerose istallazioni presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *